Farmaci sicuri per te

Farmaci sicuri per te

dossier
Dai opinione

Febbre da fieno

La febbre fa fieno è una reazione allergica. Ma cos'è un'allergia?

Un'allergia è il risultato una reazione ipersensibile del sistema immunitario dell'organismo a sostanze innocue, come polline, peli di animali, acari e funghi. Le sostanze che scatenano una reazione allergica contengono sempre una specie di proteina e questa viene denominata "allergene". Un'allergia a questi allergeni provoca disturbi come naso chiuso o che gocciola, starnuti, lacrimazione e prurito a occhi, naso e gola. I disturbi nasali come risultato di prodotti (chimici) irritanti, come ad esempio fumo o vernice, non sono causati da allergia; infatti tutti, in maniera maggiore o minore, hanno fastidi legati a queste sostanze.

Nel periodo compreso tra la fine di maggio e agosto, con il bel tempo e l'aria secca, in concomitanza con la fioritura di alberi e piante, è possibile esser colpiti da una febbre da fieno. La febbre da fieno è una delle reazioni allergiche più comuni.


Cos'è la febbre da fieno?

Alla fine del secolo scorso è stato scoperto che i disturbi da allergia si presentavano principalmente alla fine dell'estate, durante il periodo della fienagione: da qui il nome "febbre da fieno". Ma la febbre da fieno non è effettivamente causata dal fieno, ma bensì dai pollini della fioritura di alberi o piante. La febbre da fieno è dunque una reazione di ipersensibilità da parte dell'organismo a pollini di determinate graminacee, piante o alberi, nel periodo della fioritura. Questi pollini si trovano nell'aria e così vengono respirati.


Cosa succede quando si ha la febbre da fieno?

L'interno del naso è rivestito di mucose. Queste mucose sono piene di ghiandole che contengono vasi sanguigni e possono produrre muco. Di norma viene prodotta la giusta quantità di muco che serve a mantenere in naso umido e questo muco funge da strato protettivo contro batteri e virus. Quando si scatena una ipersensibilità a causa dei pollini, questi allergeni attaccano gli anticorpi (come l'Immunoglobulina E) che si trovano sulle mucose del naso. Questo provoca una reazione nelle cellule che rilasciano allora alcune sostanze, tra cui l'istamina. Queste sostanze dilatano i vasillari e si hanno i sintomi tipici dell'allergia, come prurito al naso, starnuti e naso chiuso. In presenza di una secrezione eccessiva di muco allora il naso inizia a gocciolare.Un ispessimento della mucosa nasale provoca poi il naso chiuso. Questo ispessimento della mucosa sorge se i capillari nelle mucose nasali trattengono momentaneamente il sangue provocando così questo "rigonfiamento". Gli anticorpi vengono formati allora non solo nel naso, ma anche negli occhi e viene poi liberata l'istamina, che provoca a sua volta quelle reazioni come prurito, lacrimazione, bruciore agli occhi.


I disturbi tipici della febbre da fieno

Naso:
Prurito, dolore, starnuti, naso che cola (muco chiaro e poi spesso in seguito scuro), intasamento nasale
Bocca, gola, orecchie:
Pizzicore, dolore e talvolta gonfiore delle mucose con conseguente sensazione di pressione
Polmoni:
tosse, respiro sibilante (asma e/o bronchite) accompagnato da una sensazione di oppressione
Occhi:
Prurito, dolore e sensazione di bruciore, lacrimazione, rossore, gonfiore della membrana e delle palpebre e a volte irritazione
Pelle:
Pizzicore, rossore, gonfiore (orticaria), comparsa e aumento di rash cutanei
Generale:
Stanchezza, mal di testa, sensazione di torpore


Quando si presenta la febbre da fieno?

La sensibilità per certe sostanze può sorgere spontaneamente: non è detto che si sia sofferto già in precedenza di tale disturbo. In particolare i pollini delle graminacee possono portare a reazioni allergiche, ma anche i pollini degli alberi possono provocare disturbi da febbre da fieno. L'allergene si può diffondere tramite l'aria, infatti anche in giornate calde, ma ventolose, si trovano milioni di pollini nell'aria che respiriamo; con l'arrivo della pioggia invece l'aria viene pulita e il numero di pollini è ridotto. Se i pollini vengono a contatto con le mucose nasali, gli occhi o il sistema respiratorio, allora l'organismo reagisce facendo insorgere i disturbi da febbre da fieno.


Calendario dei pollini:

hooikoorts: pollenkalender


Quali farmaci usare?

I farmaci contro l'allergia si dividono in farmaci di precauzione, da utilizzare in maniera costante, e farmaci da utilizzare al bisogno contro i sintomi dell'allergia. I medicinali da precauzione sono principalmente spray nasali corticosteroidi e soprattutto in caso di naso chiuso questi sono i più indicati. Gli antistaminici aiutano in maniera rapida con la comparsa dei sintomi dell'allergia e possono esser somministrati sotto forma di compresse, spray nasali, gocce o pomate per occhi. Se i sintomi non sono troppo forti allora è possibile utilizzare anche spray o colliri a base di cromoglicato. E' anche possibile ricorrere a un vaccino, contenente l'allergene, per l'allergia ai pollini, alla polvere e al gatto.il vaccino antiallergico dura dai 3 ai 5 anni, di solito con una puntura una volta ogni 4-6 settimane. Il vaccino riduce la sensibilità all'allergene diminuendo quindi la reazione allergica. Anche efficace può esser anche un vaccino sublinguale: l'allergene è somministrato in gocce sotto la lingua).


Consigli

Nei periodi in cui ci sono molti pollini nell'aria, si consiglia di tenere porte e finestre il più possibile chiuse (è preferibile aprirle nei giorni nuvolosi o di pioggia). Se si avverte molto fastidio, è meglio non passare troppo tempo all'aperto. Soprattutto la mattina presto, nei giorni caldi di sole, ci sono molti pollini nell'aria. Se si soffre di disturbi agli occhi allora è consigliabile indossare un paio di occhiali da sole ed evitare di strofinarsi gli occhi: questo peggiorerebbe soltanto i sintomi della febbre da fieno! Mantenere uno stile di vita sano, con un'alimentazione giusta e le necessarie ore di sonno, aiuta contro i sintomi; inoltre è preferibile ridurre al minimo il contatto con altri fattori che peggiorerebbero la febbre da fieno (cambi di temperatura, raffreddori, prodotti chimici come ammoniaca, profumi e tabacco).



4

Telfast

27/10/2022 | Uomo | 29
fexofenadina
Allergie
Efficacia
Quantità effetti collaterali
Gravità effetti collaterali
Facilità d'impiego
Avevo provato solo lo Xyzal in precendenza ma mi aveva causato forte sonnolenza. Il Telfast invece funziona molto bene e non crea sonnolenza percettibile.
3

Cetirizina

12/09/2022 | Uomo | 33
cetirizina
Allergie
Efficacia
Quantità effetti collaterali
Gravità effetti collaterali
Facilità d'impiego
Soffro di rinite allergia e di prurito al palato da trent'anni ormai. Dopo averle provate tutte pensavo di aver trovato la soluzione definitiva. Cetirizina è un ottimo farmaco. I sintomi talvolta si azzerano totalmente ma la sonnolenza è un effetto collaterale talvolta invalidante che non permette di eseguire con serenità alcune operazioni complesse. Il compromesso per me... leggi di più è stato assumere la dose da 5 mg per bambini e nefropatici. Buona ancora la protezione, un po' più accettabile la sonnolenza.
3

Reactine

02/05/2022 | Uomo | 35
cetirizina
Allergie
Efficacia
Quantità effetti collaterali
Gravità effetti collaterali
Facilità d'impiego
Soffro di forte allergia stagionale. Nella vita ho provato diversi tipi di antistaminico, ma tutti quanti sembrano funzionare diciamo.. al 60%, causando tra l'altro una serie di fastidiosi effetti collaterali tra cui una pesante sonnolenza. Reactine nonostante contenga cetirizina come lo Zirtec riesce ad avere un buon compromesso tra effetti benefici e collaterali. Funzion... leggi di piùicchia, non dà sonnolenza e agisce subito, soprattutto per la presenza di pseudoefedrina che agisce per prima per decongestionare. Purtroppo però se assunto di sera non ti fa dormire.
5

Aerius

23/04/2022 | Uomo | 51
desloratadina
Allergie
Efficacia
Quantità effetti collaterali
Gravità effetti collaterali
Facilità d'impiego
Ho cambiato antistaminico in quanto l’Aerius non da assolutamente la minima sonnolenza cosa che, per il mio lavoro, è di fondamentale importanza. Ottimo medicinale.
3

Rupafin

16/04/2022 | Uomo | 34
rupatadina
Orticaria
Efficacia
Quantità effetti collaterali
Gravità effetti collaterali
Facilità d'impiego

4

Aerius

15/03/2022 | Donna | 40
desloratadina
Allergie
Efficacia
Quantità effetti collaterali
Gravità effetti collaterali
Facilità d'impiego

2

Pafinur

13/03/2022 | Uomo | 49
rupatadina
Prurito
Efficacia
Quantità effetti collaterali
Gravità effetti collaterali
Facilità d'impiego
Dopo vaccino per covid estate 2021 soffro di prurito e punti rossi che appaiono sulla pelle preso cortisone e antistaminici ma non serve... Ero migliorato circa due mesi fa ma adesso sto ripeggiora do non so più cosa fare... Dopo il vaccino sembra cambiato mio sistema immunitario.. Comincio a deprimermi dopo 7 mesi ormai... Ho ferite prurito bolle e resto....
5

Reactine

17/12/2021 | Uomo | 40
cetirizina
Allergie
Efficacia
Quantità effetti collaterali
Gravità effetti collaterali
Facilità d'impiego
Spettacolare lo uso da sempre circa 17 anni
2

Cetirizina

20/06/2021 | Donna | 40
cetirizina
Allergie
Efficacia
Quantità effetti collaterali
Gravità effetti collaterali
Facilità d'impiego
Nonostante funzioni per le allergie, la stanchezza mi distrugge. Ho difficolta a lavorare e a fare qualsiasi cosa. Anche prendendola la sera la mattina mi sveglio a pezzi. Con un senso di sfinimento che si protrae per quasi tutto il giorno successivo. Immagino abbia effetti diversi per ogni persona ma io avendola provata varie volte negli ultimi 10 anni posso confermare c... leggi di piùhe per me, personalmente, non è fattibile. Ha un effetto negativo sulla mia vita quotidiana.
2

Reactine

31/05/2021 | Donna | 20
cetirizina
Allergie
Efficacia
Quantità effetti collaterali
Gravità effetti collaterali
Facilità d'impiego

4

Cetirizina

28/05/2021 | Donna | 46
cetirizina
Febbre da fieno
Efficacia
Quantità effetti collaterali
Gravità effetti collaterali
Facilità d'impiego
La ceterizina funziona benissimo con la mia forte rinite allergica. La prendo la sera perché mi dà una sonnolenza pazzesca: presa di mattina mi addormento praticamente in piedi, presa la sera va un po' meglio (dormo bene). Il problema della sonnolenza è davvero esagerato, ma come medicina funziona meglio dei vary spray al cortisone (tipo brusonex, nasonex, che sono ineffic... leggi di piùaci nel mio caso).
1

Kestine

27/04/2021 | Donna | 45
ebastina
Allergie
Efficacia
Quantità effetti collaterali
Gravità effetti collaterali
Facilità d'impiego
Non ha proprio funzionato comunque ho il raffreddore
1

Aerius

25/03/2021 | Donna | 47
desloratadina
Allergie
Efficacia
Quantità effetti collaterali
Gravità effetti collaterali
Facilità d'impiego
Me lo avevano consigliato al posto dello Zirtec che mi dà sonnolenza, ma dopo quattro giorni di aerius e di cerchio fisso alla testa - molto fastidioso - ho deciso di tornare allo zirtec
1

Aerius

07/10/2020 | Uomo | 20
desloratadina
Asma
Efficacia
Quantità effetti collaterali
Gravità effetti collaterali
Facilità d'impiego
Mi è stato prescritto questo farmaco per l'asma allergica, con la promessa che non causasse sonnolenza. Ma non è stato così: assunto la sera prima di andare a dormire causa forte sonnolenza al risveglio, che mi ha reso improduttivo per tutta la durata della cura.
5

Kestine

29/08/2020 | Uomo | 49
ebastina
Allergie
Efficacia
Quantità effetti collaterali
Gravità effetti collaterali
Facilità d'impiego
Ambrosia
2

Ketotifene

28/08/2020 | Uomo | 30
ketotifene
Allergie
Efficacia
Quantità effetti collaterali
Gravità effetti collaterali
Facilità d'impiego
Ho assunto ketotifene sotto forma di collirio per una congiuntivite allergica dopo 1 mese i miei occhi era sempre rossi e gonfi per niente soddisfatto
disclaimer  Le valutazioni su questa pagina sono contenuti generati dagli utenti, letti e revisionati prima dell'approvazione per soddisfare i nostri standard di valutazione dei farmaci. Non chiediamo di dimostrare alcuna conoscenza medica ai nostri utenti quando descrivono le loro esperienze. In questo modo, le opinioni e le esperienze descritte riflettono solo il loro punto di vista e non quello dei proprietari del sito web. Ricorda che queste esperienze differiscono da persona a persona e che deve sempre contattare il medico o il farmacista per un consiglio sui farmaci.
Torna all'inizio della pagina