Farmaci sicuri per te

Farmaci sicuri per te

categoria

Depressione - antidepressivi SSRI


 

Compara le esperienze sui medicinali nella categoria


Ultime esperienze nella categoria: Depressione - antidepressivi SSRI

3

Escitalopram

06/09/2020 | Donna | 50
escitalopram
Affaticamento
Efficacia 1
Quantità effetti collaterali 4
Gravità effetti collaterali 5
Facilità d'impiego 5
Rivolta al neurologo per stanchezza cronica e problemi di memoria, mi ha prescritto Entact.Effetti collaterali blandi, un pò di acidità e un pò di nausea.. risultati scarsi, anzi assenti, stanca ero stanco resto!!! Continuo a giacere a letto senza forze...
4

Escitalopram

05/09/2020 | Donna | 26
escitalopram
Affaticamento
Efficacia 3
Quantità effetti collaterali 3
Gravità effetti collaterali 3
Facilità d'impiego 2
Buona sera ho 26 anni mío dottore oggi mia dato queste fármaco ma ho un po’ di paura perché sono troppo giovane io lo ho preso oggi è no so si continúa a prendere queste fármaco perché dopo no lo poso mollare un consiglio
2

Fluoxetina

01/09/2020 | Donna | 57
fluoxetina
Non presente nella lista
Efficacia 2
Quantità effetti collaterali 3
Gravità effetti collaterali 5
Facilità d'impiego 5
Non ha alcun effetto anoresizzante. Quando lo assumo al mattino mi agita ancora di più e devo assumere 1 cp di en per calmarmi
4

Escitalopram

30/08/2020 | Donna | 33
escitalopram
Depressione
Efficacia 3
Quantità effetti collaterali 2
Gravità effetti collaterali 4
Facilità d'impiego 4
In seguito all ennesimo episodio di forte stress psico-fisico, mi sono rivolta allo psichiatra che mi ha diagnosticato depressione maggiore. Sono in trattamento da tre mesi con escitalopram, 5 mg che risulta è una dose molto bassa. Essendo molto sensibile al farmaco e avendo riportato molti effetti collaterali, posso affermare che escitalopram è un farmaco molto potente. ... leggi di piùHo iniziato a vedere i primi miglioramenti all inizio del terzo mese. Ci vuole molta pazienza e collaborazione da parte del paziente. Posso dire che dopo mesi, ho ripreso a dormire, mi sento meglio, più attiva e vigile.
3

Brintellix

30/08/2020 | Donna | 39
vortioxetine
Depressione
Efficacia 3
Quantità effetti collaterali 4
Gravità effetti collaterali 5
Facilità d'impiego 5

2

Cipralex

28/08/2020 | Donna | 34
escitalopram
Ansia
Efficacia 2
Quantità effetti collaterali 3
Gravità effetti collaterali 5
Facilità d'impiego 3
Salve a tutti. Soffro di attacchi d'ansia fin dall'età dell'adolescenza, purtroppo non subito identificata. Ai tempi avevo degli attacchi di vertigini che potevano durare qualche ora o ripetersi nel giro di qualche giorno, poi passavano e tornavo alla mia vita. Al primo anno di università, questi episodi si rimanifestano e subentra una paura che si trascina all'infinito e... leggi di più mi porta verso una tendenza depressiva: paura ad uscire di casa, a prendere il treno, a muovermi da sola. Perdo interesse per ogni cosa, anche per lo studio. Il medico mi manda al centro psicosociale e mi viene prescritto Zoloft. Non mi viene consigliata nè raccomandata alcuna psicoterapia nè detto che all'inizio c'è una fase di assestamento durante la quale i sintomi peggiorano prima di migliorare. Ebbene, ho sperimentato attacchi di panico notturni tremendi per un po', poi ho cominciato a stare sempre meglio fino a sospenderla. Per alcuni anni sto bene, poi in concomitanza con un posto di lavoro in cui non stavo bene e trascorrevo intere giornate da sola in questo ufficio sperduto con un capo fatiscente ecco che l'ansia si rimanifesta. Il medico mi riprescrive Zoloft, altro giro altra corsa. Archiviato questo episodio, decido in autonomia di contattare una psicologa ed iniziare un percorso che mi dà serenità. Per qualche altro anno tutto bene. Nel frattempo compro casa, vado a convivere, mi sposo. Nel 2017, forte esaurimento nervoso dovuto a un grosso stress e sovraccarico lavorativo, sommato a insonnia prettamente dovuta ai ritmi/turni di mio marito e alla mia tendenza di voler avere tutto sotto controllo e strafare in quel periodo, riempiendo ogni singolo minuto del mio tempo per non pensare ai problemi, per scappare da essi o per soffocarli (mestieri, casa perfetta, sport mattina e sera). In quel caso, la psicologa dopo qualche mese di Lexotan per tamponare ma nessun miglioramento risolutivo suggerisce di iniziare una terapia con Escitalopram. Non mi manda da una psichiatra e mi suggerisce il dosaggio minimo. Il mio medico si limita a confermare e farmi la ricetta. L'inizio di un incubo trascinato per 3 anni. Il periodo iniziale tremendo, mi ritrovo derelitta a letto senza forze se non per alzarmi giusto a mangiare qualcosa in bianco, fastidio allucinante per la luce, dolori nervosi muscolari a collo, spalla sinistra che si irradiano verso il gomito e polpaccio sinistro. Continuiamo la psicoterapia ma l'approccio si dimostra troppo superficiale. Si agisce solo con colloqui ed alcuni consigli, non si va a fondo per analizzare eventuali traumi ed eventi che possano aver originato e alimentato la mia ansia fino a diventare patologica. La terapia viene protratta eccessivamente a quel dosaggio minimo (oltre 2 anni!) e per tutto quel periodo, dopo i benefici iniziali e la ripresa della normalità comunque avverto che non va tutto bene e non c'è un recupero del 100%. Ho ancora ansia, attesa angosciosa del weekend e di alcuni eventi (ad esempio la mia partecipazione a fiere o a qualche incontro... un'ansia anticipatoria fin da 2 settimane prima della data)... Sono spesso stanca e fiacca fisicamente, ho colite nervosa il sabato e la domenica, ho spesso quei dolori nervosi di cui sopra, che sono una somatizzazione. La psicologa prende molto sottogamba e anzichè vedermi più spesso e andare a fondo, mi vede sempre più di rado e dice di aggiornarla via whatsapp, archiviando queste crisi e insofferenze come fase di assestamento. Ma suggerendomi in concomitanza con questi eventi che mi mettono tensione di rimandare la sospensione della terapia. Nel momento in cui finalmente decidiamo di sospendere, passo 2 mesi "buoni" dopodichè ecco tornare l'ansia più forte di prima nelle vacanze di Natale. Un senso di solitudine e tristezza assurdo nei momenti della giornata in cui mio marito lavora ed io invece sono a casa da sola in ferie. Lei mi prende di nuovo sottogamba. Basta. Decido di rivolgermi ad un'altra psicoterapeuta con un approccio diverso, più pragmatico e approfondito. Iniziamo a lavorare insieme, subentra il lockdown e dopo soli 3 incontri dal vivo ci dobbiamo limitare a colloqui via skype. Sto male a lungo, ma con la psicoterapia e molta fatica va meglio. Finchè degli eventi esterni prendono il sopravvento e di nuovo mi abbandono all'ansia e allo sconforto, perdo appetito, voglia di fare, energie, il lavoro in smart working da casa in solitudine mi annienta nel momento in cui mio marito rientra alla normalità e rimango intere giornate lì... A giugno rientro anch'io a lavoro ma non reggo una settimana, sono molto provata e non ho più le forze per fare nulla. Insonnia e apatia mi annientano definitivamente, non ce la faccio più: decido con le ultime forze rimaste che ho bisogno di un aiuto farmacologico, ma che stavolta voglio andare da una psichiatra privatamente ed essere seguita come si deve dall'inizio alla fine. Mi prescrive di nuovo sertralina, 50 mg per un mese e poi 75mg, nell'ambito di un piano terapeutico e mettendosi in contatto con la mia psicoterapeuta attuale, con la quale si accorda per un lavoro in team. Per compensare gli effetti collaterali, Lexotan 3 volte al giorno, da scalare lentamente man mano che me la sento. A distanza di tanti anni, e grazie anche alle tecniche di gestione dell'ansia che questa dottoressa mi ha insegnato durante il lockdown ho tollerato di più la brutta fase iniziale della terapia. Non ho avuto attacchi di panico, solo molta irrequietezza e difficoltà a star ferma. Nel giro di un mese sono stata decisamente meglio e sono rientrata a lavoro. Mi è stato successivamente alzato il dosaggio a 75mg. Ho sentito un po' di "assestamento" anche in questo caso e i benefici mi sono sembrati meno consistenti rispetto a quelli che ho avvertito il primo mese, ma devo essere oggettiva: dopo una settimana di ferie in montagna che prima sarebbe stata completamente impossibile e che invece sono riuscita a farmi con mio marito, sono rientrata a pieno regime a lavoro e mi sto via via esponendo a tanti fattori stressanti che in passato mi hanno causato ansie ed insofferenze. E anche alla solitudine in casa, che sembra essere un fattore cruciale su cui lavorare. Il farmaco crea le condizioni a livello chimico favorevoli per stabilizzare umore e spegnere la spirale depressiva che si accompagna all'ansia. Ma non elimina l'ansia. Questa sono io e sono le mie difficoltà e paure che emergono man mano che riprendo in mano la mia vita. Le sto affrontando e sto proseguendo il lavoro di psicoterapia a tutto tondo, che è fondamentale ed è l'unico strumento che mi rassicura circa il fatto che stavolta ne uscirò. Questa persona ha captato dei traumi non superati del passato a cui io non davo più importanza ma che hanno inciso profondamente sul mio modo di pensare, di affrontare le paure e le difficoltà e di relazionarmi con gli altri e vivere gli affetti. Il lavoro su di me è molto doloroso a volte. Ma necessario. E per la prima volta nella vita non sono stata liquidata semplicemente con dei farmaci ma mi è stato insegnato che l'ansia è un'emozione che va e viene, che va accolta e lasciata scorrere, che bisogna farsela amica e non lottarci e metterla a tacere con mille distrazioni. A 34 anni non è facile, vorrei essere stata seguita così a suo tempo quando ero piccola e potevo risparmiarmi molta sofferenza... Ma continuo questo percorso. In conclusione mi sento di dire che il farmaco è un aiuto valido (somministrato nel modo giusto da chi è competente per deciderlo e aggiustare la terapia, e secondo un piano che va verificato di mese in mese) per poter lavorare sulle vere cause e sul problema in sè. Spero di uscirne più forte e, una volta sospesa la terapia, di poter continuare con la mia vita e realizzare il sogno di allargare la famiglia.
4

Sertralina

28/08/2020 | Donna | 34
sertralina
Ansia
Efficacia 4
Quantità effetti collaterali 3
Gravità effetti collaterali 5
Facilità d'impiego 5
Salve a tutti. Soffro di attacchi d'ansia fin dall'età dell'adolescenza, purtroppo non subito identificata. Ai tempi avevo degli attacchi di vertigini che potevano durare qualche ora o ripetersi nel giro di qualche giorno, poi passavano e tornavo alla mia vita. Al primo anno di università, questi episodi si rimanifestano e subentra una paura che si trascina all'infinito e... leggi di più mi porta verso una tendenza depressiva: paura ad uscire di casa, a prendere il treno, a muovermi da sola. Perdo interesse per ogni cosa, anche per lo studio. Il medico mi manda al centro psicosociale e mi viene prescritto Zoloft. Non mi viene consigliata nè raccomandata alcuna psicoterapia nè detto che all'inizio c'è una fase di assestamento durante la quale i sintomi peggiorano prima di migliorare. Ebbene, ho sperimentato attacchi di panico notturni tremendi per un po', poi ho cominciato a stare sempre meglio fino a sospenderla. Per alcuni anni sto bene, poi in concomitanza con un posto di lavoro in cui non stavo bene e trascorrevo intere giornate da sola in questo ufficio sperduto con un capo fatiscente ecco che l'ansia si rimanifesta. Il medico mi riprescrive Zoloft, altro giro altra corsa. Archiviato questo episodio, decido in autonomia di contattare una psicologa ed iniziare un percorso che mi dà serenità. Per qualche altro anno tutto bene. Nel frattempo compro casa, vado a convivere, mi sposo. Nel 2017, forte esaurimento nervoso dovuto a un grosso stress e sovraccarico lavorativo, sommato a insonnia prettamente dovuta ai ritmi/turni di mio marito e alla mia tendenza di voler avere tutto sotto controllo e strafare in quel periodo, riempiendo ogni singolo minuto del mio tempo per non pensare ai problemi, per scappare da essi o per soffocarli (mestieri, casa perfetta, sport mattina e sera). In quel caso, la psicologa dopo qualche mese di Lexotan per tamponare ma nessun miglioramento risolutivo suggerisce di iniziare una terapia con Escitalopram. Non mi manda da una psichiatra e mi suggerisce il dosaggio minimo. Il mio medico si limita a confermare e farmi la ricetta. L'inizio di un incubo trascinato per 3 anni. Il periodo iniziale tremendo, mi ritrovo derelitta a letto senza forze se non per alzarmi giusto a mangiare qualcosa in bianco, fastidio allucinante per la luce, dolori nervosi muscolari a collo, spalla sinistra che si irradiano verso il gomito e polpaccio sinistro. Continuiamo la psicoterapia ma l'approccio si dimostra troppo superficiale. Si agisce solo con colloqui ed alcuni consigli, non si va a fondo per analizzare eventuali traumi ed eventi che possano aver originato e alimentato la mia ansia fino a diventare patologica. La terapia viene protratta eccessivamente a quel dosaggio minimo (oltre 2 anni!) e per tutto quel periodo, dopo i benefici iniziali e la ripresa della normalità comunque avverto che non va tutto bene e non c'è un recupero del 100%. Ho ancora ansia, attesa angosciosa del weekend e di alcuni eventi (ad esempio la mia partecipazione a fiere o a qualche incontro... un'ansia anticipatoria fin da 2 settimane prima della data)... Sono spesso stanca e fiacca fisicamente, ho colite nervosa il sabato e la domenica, ho spesso quei dolori nervosi di cui sopra, che sono una somatizzazione. La psicologa prende molto sottogamba e anzichè vedermi più spesso e andare a fondo, mi vede sempre più di rado e dice di aggiornarla via whatsapp, archiviando queste crisi e insofferenze come fase di assestamento. Ma suggerendomi in concomitanza con questi eventi che mi mettono tensione di rimandare la sospensione della terapia. Nel momento in cui finalmente decidiamo di sospendere, passo 2 mesi "buoni" dopodichè ecco tornare l'ansia più forte di prima nelle vacanze di Natale. Un senso di solitudine e tristezza assurdo nei momenti della giornata in cui mio marito lavora ed io invece sono a casa da sola in ferie. Lei mi prende di nuovo sottogamba. Basta. Decido di rivolgermi ad un'altra psicoterapeuta con un approccio diverso, più pragmatico e approfondito. Iniziamo a lavorare insieme, subentra il lockdown e dopo soli 3 incontri dal vivo ci dobbiamo limitare a colloqui via skype. Sto male a lungo, ma con la psicoterapia e molta fatica va meglio. Finchè degli eventi esterni prendono il sopravvento e di nuovo mi abbandono all'ansia e allo sconforto, perdo appetito, voglia di fare, energie, il lavoro in smart working da casa in solitudine mi annienta nel momento in cui mio marito rientra alla normalità e rimango intere giornate lì... A giugno rientro anch'io a lavoro ma non reggo una settimana, sono molto provata e non ho più le forze per fare nulla. Insonnia e apatia mi annientano definitivamente, non ce la faccio più: decido con le ultime forze rimaste che ho bisogno di un aiuto farmacologico, ma che stavolta voglio andare da una psichiatra privatamente ed essere seguita come si deve dall'inizio alla fine. Mi prescrive di nuovo sertralina, 50 mg per un mese e poi 75mg, nell'ambito di un piano terapeutico e mettendosi in contatto con la mia psicoterapeuta attuale, con la quale si accorda per un lavoro in team. Per compensare gli effetti collaterali, Lexotan 3 volte al giorno, da scalare lentamente man mano che me la sento. A distanza di tanti anni, e grazie anche alle tecniche di gestione dell'ansia che questa dottoressa mi ha insegnato durante il lockdown ho tollerato di più la brutta fase iniziale della terapia. Non ho avuto attacchi di panico, solo molta irrequietezza e difficoltà a star ferma. Nel giro di un mese sono stata decisamente meglio e sono rientrata a lavoro. Mi è stato successivamente alzato il dosaggio a 75mg. Ho sentito un po' di "assestamento" anche in questo caso e i benefici mi sono sembrati meno consistenti rispetto a quelli che ho avvertito il primo mese, ma devo essere oggettiva: dopo una settimana di ferie in montagna che prima sarebbe stata completamente impossibile e che invece sono riuscita a farmi con mio marito, sono rientrata a pieno regime a lavoro e mi sto via via esponendo a tanti fattori stressanti che in passato mi hanno causato ansie ed insofferenze. E anche alla solitudine in casa, che sembra essere un fattore cruciale su cui lavorare. Il farmaco crea le condizioni a livello chimico favorevoli per stabilizzare umore e spegnere la spirale depressiva che si accompagna all'ansia. Ma non elimina l'ansia. Questa sono io e sono le mie difficoltà e paure che emergono man mano che riprendo in mano la mia vita. Le sto affrontando e sto proseguendo il lavoro di psicoterapia a tutto tondo, che è fondamentale ed è l'unico strumento che mi rassicura circa il fatto che stavolta ne uscirò. Questa persona ha captato dei traumi non superati del passato a cui io non davo più importanza ma che hanno inciso profondamente sul mio modo di pensare, di affrontare le paure e le difficoltà e di relazionarmi con gli altri e vivere gli affetti. Il lavoro su di me è molto doloroso a volte. Ma necessario. E per la prima volta nella vita non sono stata liquidata semplicemente con dei farmaci ma mi è stato insegnato che l'ansia è un'emozione che va e viene, che va accolta e lasciata scorrere, che bisogna farsela amica e non lottarci e metterla a tacere con mille distrazioni. A 34 anni non è facile, vorrei essere stata seguita così a suo tempo quando ero piccola e potevo risparmiarmi molta sofferenza... Ma continuo questo percorso. In conclusione mi sento di dire che il farmaco è un aiuto valido (somministrato nel modo giusto da chi è competente per deciderlo e aggiustare la terapia, e secondo un piano che va verificato di mese in mese) per poter lavorare sulle vere cause e sul problema in sè. Spero di uscirne più forte e, una volta sospesa la terapia, di poter continuare con la mia vita e realizzare il sogno di allargare la famiglia.
5

Paroxetina

27/08/2020 | Uomo | 49
paroxetina
Alcolismo
Efficacia 4
Quantità effetti collaterali 4
Gravità effetti collaterali 5
Facilità d'impiego 5
Sono un alcolista e mi hanno iniziato ad una lista di psicofarmaci che neanche chi ha patologie ben più gravi prende. Tra questi dopo una iniziale depressione maggiore e tanti cambi di antidepressivi, il daparox da circa 2 anni, e a parte una leggera diminuzione della libido, che comunque all'atto sparisce, e la fatica a raggiungere l'orgasmo, per quanto riguarda la depres... leggi di piùsione non più maggiore da diversi anni, la paroxetina mi ha aiutato moltissimo. È vero che come ho detto prima mi hanno somministrato in questi ultimi 10 anni tantissimi psicofarmaci e probabilmente ho sviluppato una buona tenuta agli effetti collaterali, ma da circa 2 anni, con moltissima fatica li ho tolti tutti (cosa che non consiglio a nessuno, semmai pensateci bene prima di farvi riempire di questi veleni) e la paroxetina ho scelto di tenerla perché comunque la depressione era rimasta. Posso dire di stare abbastanza bene e quindi continuerò con questa monoterapia
4

Paroxetina

27/08/2020 | Uomo | 35
paroxetina
Ansia / attacchi di panico
Efficacia 5
Quantità effetti collaterali 4
Gravità effetti collaterali 5
Facilità d'impiego 1
SALVE A TUTTI MI CHIAMO NICOLA ho 35 anni e dal 2007 assumo paroxetina 2 compresse e mezzo ... ( 50 mg ) per forti stati d'ansia attacchi di panico depressione e insonnia disturbo da fobia sociale... secondo me è un ottimo farmaco io me lo porto nella bara... anche se ne cavo una mezza purtroppo ritorna tutto come prima da molta dipendenza sono arrivato ad un dosaggio cosi... leggi di più alto perchè proprio non ce la faveco piu... sempre ansia ansia ansia.... mi conta molto anche per il disturbo ossessivo compulsivo ..... pero non tutti i giorni funzione come dovrebbe... infatti ultimamente mi inghiottisco di rivotril e xanax ..... io prendo 4 antidepressivi altrimenti muoio.... PAROXETINA 50 MG CITALOPRAM 20 MG DENIBAN 50 MG E LAROXYL 25 MG CHE CE VOLETE FA.... altrimenti non vivo ... buona fortuna a tutti ...
1

Fluoxetina

24/08/2020 | Donna | 44
fluoxetina
Farmaci dimagranti - sovrappeso
Efficacia 2
Quantità effetti collaterali 2
Gravità effetti collaterali 2
Facilità d'impiego 4

2

Prozac

15/08/2020 | Donna | 43
fluoxetina
Ansia / attacchi di panico
Efficacia 1
Quantità effetti collaterali 1
Gravità effetti collaterali 5
Facilità d'impiego 2
Buongiorno! Ho iniziato la terapia col Prozac dal 17/07 in seguito ad una visita specialistica! Premetto che ero già in terapia col Cipralex 15 mg al giorno dal 2016! Ultimamente era comparsa l’ansia e a volte attacchi di panico! Lo psichiatra mi ha proposto Prozac visto che ho dei periodi in cui mi abbuffo col cibo! Dal 28/08 prendo 40 mg di Prozac ma ho un agitazione pa... leggi di piùzzesca addosso che tante volte non passa nemmeno con il Lexotan! Non so più cosa dire... la psichiatra dice che devo andare avanti con 40 mg e che alla fine gli effetti collaterali svaniranno! Qualcuno ha avuto esperienze simili? Grazie mille
3

Paroxetina

15/08/2020 | Donna | 58
paroxetina
Ansia / attacchi di panico
Efficacia 3
Quantità effetti collaterali 4
Gravità effetti collaterali 4
Facilità d'impiego 5

2

Paroxetina

13/08/2020 | Uomo | 33
paroxetina
Ansia / attacchi di panico
Efficacia 2
Quantità effetti collaterali 2
Gravità effetti collaterali 3
Facilità d'impiego 4
Molti effetti collaterali anche importanti, mi sento sempre stanco, smemorato, rintronato, impulsi sessuali o piaceri legati ad esso scomparsi. Depressione rimasta.
1

Cipralex

12/08/2020 | Uomo | 35
escitalopram
Depressione cronica
Efficacia 1
Quantità effetti collaterali 1
Gravità effetti collaterali 2
Facilità d'impiego 5
Io spero che la Lundbeck ritiri al più presto questa Droga...
1

Paroxetina

12/08/2020 | Uomo | 35
paroxetina
Disturbi d'ansia
Efficacia 2
Quantità effetti collaterali 2
Gravità effetti collaterali 2
Facilità d'impiego 3
Se volete prendere questo Veleno e vivere x sempre senza emozioni e sentimenti e autolesionismo prendetelo...solo se siete intenzionati a farvi del male...
4

Zoloft

12/08/2020 | Uomo | 35
sertralina
Affaticamento
Efficacia 1
Quantità effetti collaterali 3
Gravità effetti collaterali 4
Facilità d'impiego 3
Lo zoloft non mi piace, lo usano quelli che soffrono di demenza senile
5

Fluoxetina

08/08/2020 | Donna | 57
fluoxetina
Ansia / attacchi di panico
Efficacia 1
Quantità effetti collaterali 5
Gravità effetti collaterali 5
Facilità d'impiego 5
Assumo 20 mg mattina e pranzo per calo di peso. Non mi fa nulla nemmeno per ansia e depressione
1

Daparox

04/08/2020 | Uomo | 35
paroxetina
Depressione cronica
Efficacia 2
Quantità effetti collaterali 2
Gravità effetti collaterali 4
Facilità d'impiego 4
Ho iniziato ad assumere il DAPAROX per ansia generalizzata, umore depresso, distanziamento sociale, pensieri di morte. I sintomi sono lievemente migliorati, ma gli effetti collaterali erano insostenibili, zero libido, mesi senza avere rapporti sessuali, e quei pochi con eiaculazione impossibile. Fermo restando che i sintomi depressivi non se ne sono mai andati
1

Cipralex

04/08/2020 | Uomo | 35
escitalopram
Depressione cronica
Efficacia 1
Quantità effetti collaterali 2
Gravità effetti collaterali 3
Facilità d'impiego 4
Soffro di ansia cronica, attacchi di panico, umore depresso con distanziamento sociale. Bassa autostima. Ho iniziato a prendere il Cipralex 2 anni fa, per attacchi di panico ed umore depresso. All’inizio ho avuto nausea e tremori, questi effetti collaterali sono passati sono rimasti solo quelli sulla sfera sessuale. Nessun beneficio sull’umore depresso e dull’ansia di base... leggi di più. Mi ha dato un senso di rallentamento psico-motorio. Esperienza negativa. Adesso sto provando con il GABAPENTIN, ma i sintomi depressivi sono fortemente peggiorati
4

Sertralina

01/08/2020 | Uomo | 35
sertralina
Depressione
Efficacia 4
Quantità effetti collaterali 3
Gravità effetti collaterali 3
Facilità d'impiego 4
Salve a tutti .purtroppo soffrendo anch'io di depressione e ansia mi è stata prescritta la setralina la prima sett 100mg poi dopo sono passato al dosaggio massimo cioè 200 mg.. è vero che nn mi ha fatto effetto del dutto..xro avendo una farmacia ed essendo farmacista ho deciso di passare quasi subito al massimo...il farmaco in questione è uno dei migliori ssri..e quindi mi... leggi di più trovo bene e si cava molto facilmente.. l'umore e la voglia di uscire c'è..mi sto curando con i fiori di Bach anche e vanno benissimo
5

Daparox

29/07/2020 | Donna | 37
paroxetina
Mal di testa di tipo tensivo
Efficacia 5
Quantità effetti collaterali 5
Gravità effetti collaterali 5
Facilità d'impiego 5
Ho iniziato a soffrire di brutte cefalee muscolo tensive nel 2016, in concomitanza con l'inizio del praticantato legale (o meglio definibile come sfruttamento)... Cefalee che duravano 15 GG e che mi costringevano a letto oltre che viaggi continui in pronto soccorso,... In due anni ho provato mille farmaci: laroxyl che mi rincoglioniva, rivotril che era acqua fresca... Poi... leggi di più finalmente Daparox, 10 gocce al mattino, la mia salvezza! Un solo attacco di cefalea in un anno di cura! Effetti collaterali lievi: presi 4/5 kg e lieve calo della libido (non che prima fossi la tigre del materasso)... Per il resto è stato una bomba! Lo riprenderei mille volte pur di non aver più quelle maledette cefalee! Miracoloso! Ora lo sto riducendo.... Una goccia in meno alla settimana... Vediamo... Ma son già d'accordo con la neurologa che al lieve intorpidimento cefalico riparto alla grande con l'assunzione! Mai più mal di testa!
4

Sertralina

28/07/2020 | Donna | 54
sertralina
Depressione
Efficacia 5
Quantità effetti collaterali 5
Gravità effetti collaterali 5
Facilità d'impiego 5
Ciclicamente ho sempre sofferto di depressione ora con la menopausa tutto si è acuito. Prima facevo dei periodi di terapia e poi la smettevo ora da circa un anno e mezzo continuo a prenderla. Mi ha stabilizzato l'umore e non sono più in preda alla disperazione più nera che mi prendeva in ostaggio.
3

Paroxetina

25/07/2020 | Donna | 23
paroxetina
Ansia / attacchi di panico
Efficacia 2
Quantità effetti collaterali 5
Gravità effetti collaterali 5
Facilità d'impiego 4
Salve vorrei sapere se sereupin è utile per attacchi di panico, e derealizzazione?
1

Cipralex

20/07/2020 | Uomo | 32
escitalopram
Ansia
Efficacia 1
Quantità effetti collaterali 1
Gravità effetti collaterali 2
Facilità d'impiego 5
Ogni tanto avevo delle palpitazioni che mi portavano ad avere ansia (paura della paura ) tramite lo psicologo sono andato da una psiachiatra che mi ha prescritto cipralex 10 gocce, inizio da tre poi sei per arrivare a 10 gocce.. purtroppo non notavo miglioramento anzi.. e parlando con la psichiatra mi ha detto di tornare a 5 gocce che forse era troppo per me 10 gocce. Pass... leggi di piùato a 5 gocce sono stato malissimo!! E mi ha detto di ritornare a 10 gocce.. cioè di iniziare a mettere una goccia a settimana fini ad arrivare a 10 gocce! Insomma sono a 9 gocce e sto malissimo il mio calvario è iniziato il 10 maggio e ancora sto malissimo!! Mi sento morire dentro e le palpitazioni ci sono e anche di più. Non consiglio a nessuno questo farmaco anzi non consiglio questi tipi di farmaci.. sono spazzatura e ti rovinano.. ora sono a pezzi e sto cercando una via di uscita ma è dura!
3

Paroxetina

16/07/2020 | Donna | 21
paroxetina
Ansia / attacchi di panico
Efficacia 2
Quantità effetti collaterali 3
Gravità effetti collaterali 5
Facilità d'impiego 5
Mi chiamo Cristina e ho 21 anni. Ho sempre sofferto di ansia e sono sempre stata un po' apatica con tendenze depressive che poco alla volta sono peggiorate. Ho cambiato vari farmaci fino ad arrivare alla paroxetina che mi ha fatto dubitare all'inizio in quanto non riscontravo nessun tipo di cambiamento. Dopo un mese ho visto un piccolo miglioramento ma, vedendo gli effett... leggi di piùi collaterali che mi porta diciamo che conta poco. Faccio una fatica immensa a svegliarmi la mattina, mi sento sempre stanca e assonnata, faccio a fatica a studiare e a concentrarmi, mi dimentico le cose a volte e sento ansia, insomma non sopporto questa situazione ma spero che un aumento del dosaggio possa davvero aiutare .
4

Cipralex

15/07/2020 | Uomo | 55
escitalopram
Ansia
Efficacia 4
Quantità effetti collaterali 3
Gravità effetti collaterali 4
Facilità d'impiego 3
Sono in cura con cipralex 10 mg al giorno, sto cercando di tenere duro è la seconda settimana, la mia vita è un calvario, ansia a mille insonnia e stanchezza cronica, speriamo bene.. Per quanto riguarda chi dice che stava bene e poi ha sospeso, credetemi io la prenderei a vita pensate a chi prende, i farmaci per il cuore o diabete, poi chi se ne frega di dipendere da un fa... leggi di piùrmaco, almeno vivo, lavoro più serenamente.
1

Sertralina

07/07/2020 | Donna | 26
sertralina
Ansia / attacchi di panico
Efficacia 1
Quantità effetti collaterali 2
Gravità effetti collaterali 2
Facilità d'impiego 1
io ho provato a prenderlo qualche anno fa in Inghilterra...raga allucinante ...centraline in pastiglia!!! mi avevano detto che sarebbe stata una cura di un anno...beh mi e’ bastata una pasticca per rimanerci sotto...mi venivano svenimenti...tachicardia continua ...nausea ...ansia sempre più forte..paura di rimanere da sola in casa!! problemi alla vista... Insomma un disast... leggi di piùro ...interrotto immediatamente il farmaco!! Ora uso un farmaco blando ma efficace!!! gestisco la mia ansia meglio che posso!!! Ci sono momenti dove e’ facile e momenti dove invece si fa sentire...ma basta capirla sta ansia e capire come poterla scacciare!! Ragazzi io con questo farmaco mai più. Tanti auguri a tutti ...e forza che ce la faremo!!
4

Paroxetina

07/07/2020 | Uomo | 45
paroxetina
Ansia
Efficacia 5
Quantità effetti collaterali 4
Gravità effetti collaterali 4
Facilità d'impiego 5
Trovo la paroxetina un buon medicinale per l'ansia generalizzata; l'ho avuta in modo molto acuto con sintomi tostissimi come depersonalizzazione, attacchi di panico, ecc. vita inferno. Ho affrontato il problema con questo medicinale e con la terapia cognitivo comportamentale. da due anni e passa sono sereno sebbene abbia sempre combattuto con la sonnolenza quando dormo men... leggi di piùo di 7 ore e calo della libido. Prendo 10 gocce al dì (l'equivalente di 10 mg ovvero mezza compressa) e dovrei iniziare a rimuovere il medicinale… ne parlerò con il neurologo che mi ha seguito fin'ora
5

Zoloft

04/07/2020 | Uomo | 55
sertralina
Disturbo da stress post-traumatico
Efficacia 5
Quantità effetti collaterali 5
Gravità effetti collaterali 5
Facilità d'impiego 4
È un anno che utilizzo Zoloft 100 mg. Questo Farmaco insieme al mio Psichiatra mi ha cambiato la vita. I primi 3 mesi sono stati difficili, MOLTO difficili ma hi creduto nel mio Dottore ed ho tenuto duro. Ora dopo 12 mesi non voglio più tirnare indietro. Finalmente oltre ad essere guarito sono la persona che avrei voluto essere a 55 anni. Equilibrato, distaccato dalle pre... leggi di piùoccupazioni inutili e felice di vivere. Al momento ho deciso insieme al mio Psichiatra che non voglio assolutamente togliere questo farmaco. Mi ha miracolato veramente. Spero che questa mia esperienza possa essere di aiuto a qualcuno. Tenete duro, non mollate che TUTTO passa. Un saluto
4

Brintellix

30/06/2020 | Donna | 47
vortioxetine
Depressione
Efficacia 4
Quantità effetti collaterali 5
Gravità effetti collaterali 5
Facilità d'impiego 4
Avevo da anni umore ballerino dovuto da una depressione ansiosa.. Provato parecchi farmaci ma con pochi risultati. Con brintellix l umore migliorato tantissimo, più stabile e non ho avuto nessun effetto collaterale. Sono alla terza settimana di assunzione a 10 goccie al giorno.. I benefici li sento eccome. Ottimo farmaco. Oltretutto non incide sul peso corporeo. Consigliat... leggi di piùo

Categorie con il maggior numero di esperienze

Depressione - antidepressivi SSRI (626)
Psicosi / Schizofrenia - antipsicotici (388)
Depressione - antidepressivi altro (339)
Epilessia (333)
Contraccezione - altro (297)
Dipendenze (216)
Colesterolo (197)
Allergia (176)
Antibiotici - macrolidi (162)
Antibiotici - chinoloni (150)
Dolore - morfina e simili (142)
Dolore (139)
Antibiotici - penicilline ad ampio spettro (132)
Disturbi d'ansia (132)
Pressione arteriosa - betabloccanti (128)
Acidità gastrica - Inibitori della pompa prot... (126)
Contraccezione - monofasici (120)
Depressione - antidepressivi TCA (103)
Tranquillanti e induttori del sonno (97)
Pressione arteriosa - calcioantagonisti (88)

disclaimer  Le valutazioni su questa pagina sono contenuti generati dagli utenti, letti e revisionati prima dell'approvazione per soddisfare i nostri standard di valutazione dei farmaci. Non chiediamo di dimostrare alcuna conoscenza medica ai nostri utenti quando descrivono le loro esperienze. In questo modo, le opinioni e le esperienze descritte riflettono solo il loro punto di vista e non quello dei proprietari del sito web. Ricorda che queste esperienze differiscono da persona a persona e che deve sempre contattare il medico o il farmacista per un consiglio sui farmaci.